I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Proud Sponsors

Faci
Porto di Lavagna
Viking

Banners

 MASTIFFIeri sera al Daneri di Chiavari seconda partita dei Predatori contro i Mastiffs Ivrea. I Preds volevano avere conferma della performance di tre settimane fa contro i Pirati, i Mastini cercare di cancellare la dura sconfitta subita dai Bills. La partita si apre con i Mastini in attacco ma la difesa dei Predatori riesce a contenere la offense eporediese, quindi palla agli orange che non riescono però ad avere ragione della difesa avversaria. Si alternano gli attacchi ma nessuno dei due riesce a sopraffare le difese, finisce il primo quarto sullo 0-0. La seconda frazione di gara è altra musica: Spiaggi, su un bel lancio del giovane Qb Sanguinetti, viola la end zone avversaria, i mastini cercano di reagire senza esito, quindi nuovamente i Predatori sempre con un bel td pass sempre a opera di Spiaggi portano il risultato sul 14- 0. Così si chiude il primo tempo.Il secondo tempo inizia con i Predatori in attacco che subito vanno in TD con Nicolini, sbagliando però il punto addizionale bloccato dai Mastini, il terzo quarto finisce 20 a 0. Nel quarto quarto su un punt degli atleti della riviera c’è una palla mal controllata dal returner dei mastini che permette alla difesa dei predatori, con il LB Ascione, di ricoprire il pallone in end zone segnando il conseguente TD. Trasformazione da 2 e punteggio che viene fissato sul 28-0. I Mastini non mollano e riescono con una bella corsa a violare la end zone chiavarese non realizzando il punto addizionale. 28-6. I Preds comunque continuano nella loro azione di attacco e riescono con una bella corsa di potenza del runner Sanchez Rosario a portare il risultato sul 35 a 6. Gli atleti di Ivrea nonostante tutto hanno ancora la voglia di far vedere che ci sono e con un ottimo td pass del Qb riescono a segnare una seconda volta fallendo però il punto addizionale. Nel complesso una partita piacevole che ha senza dubbio soddisfatto il numeroso pubblico accorso. Adesso per i Predatori ci sarà una settimana di riposo per poi andare a disputare la partita più difficile del girone contro i Bills vincitori a Savona, la partita che designerà la capolista. Quindi non resta che aspettare 15 giorni per sapere chi sarà il numero 1