I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Proud Sponsors

Faci
Porto di Lavagna
Viking

Banners

Sabato sera al Daneri di Chiavari si sono affrontati i Predatori Golfo del Tigullio e gli Higlanders Catanzaro. Partita a senso unico, il livello di gioco dei padroni di casa era nettamente superiore agli avversari, che comunque hanno dato sicuramente il massimo sino all’ultimo. I Predatori vanno in vantaggio dopo 4 minuti con un Td di Nicolini. Subito dopo l’attacco degli Higlanders tenta la sortita, ma la difesa dei Predatori lo costringe al punt. La offense Orange rientra e con una bella corsa Malabruzzi firma il secondo Td. 14-0 Preds. L’attacco dei nero-oro non riesce a trovare varchi nella difesa dei Predatori ed è costretto ad un ennesimo punt. Rientrano in campo i padroni di casa e il Qb Ravera sale in cattedra con uno splendido pass che va a pescare il Wr Spiaggi che riceve e si invola in TD, la trasformazione è cosa fatta e si va sul 21 a 0. Nuovamente la compagine calabra cerca di oltrepassare la difesa chiavarese senza esito ed è costretta al punt, che viene ricevuto dal Wr Nicolini che con una splendida corsa di circa 70 yarde va a siglare il Td nr.4, anche questo trasformato. Finisce il primo quarto con un pesante passivo (28-0).  

Il secondo quarto è una copia del primo. Una volta soltanto gli Highlanders riescono ad avvicinarsi alla red zone ma la difesa dei liguri dimostra la propria forza. I Preds vanno nuovamente in Td con Malabruzzi (35-0). Gli Highlanders tirano fuori i denti e riescono ad entrare in red zone ma nuovamente la difesa chiavarese si dimostra granitica e nega loro l’accesso. ripartono i padroni di casa e il Qb Ravera mostra nuovamente di che pasta è fatto: su azione inventa una corsa di circa 80 yarde, portando la palla oltre la end zone avversaria, Finisce così il primo tempo e si va al riposo sul 42 a 0.Nonostante il pesante passivo, i ragazzi di Max Marino non demordono e sul campo mettono tutta la loro determinazione. Nella terza frazione di gara gli Arancio riescono a infilare un solo Td con il solito Spiaggi (trasformazione valida e si va sul 49 a 0). Inizia l’ultimo quarto di gioco, gli Highlanders vogliono far vedere che ci sono e riescono in qualche modo a contenere il gioco dei padroni di casa ma sempre Spiaggi su preciso lancio di Ravera sigla l’ennesimo Td, la trasformazione viene fallita e il punteggio si assesta sul 55 a 0. Termina così, con una netta affermazione per gli atleti della riviera. Una partita senza storia. Gli Orange hanno mostrato sul campo un gioco nettamente superiore rispetto agli avversari, ma sicuramente bisogna dare atto agli Highlanders di non aver mai mollato, di aver combattuto sino all’ultimo e di aver meritato il traguardo raggiunto. Per i Predatori adesso il gioco si fa duro perché dovranno affrontare la squadra che rappresenta il seed #1 della South Conference: i Ravens Imola, un team di ottimo livello tecnico. Domenica prossima sia i Predatori che i Ravens si giocano tutta una stagione, sarà sicuramente una partita “da non perdere”